Regina Elisabetta, il feretro nella cattedrale di Saint Giles. Carlo per la prima volta a Westminister da re, Camilla al suo fianco

Il cerimoniale prosegue oggi con un primo omaggio pubblico al palazzo di Holyroodhouse

Video

di Redazione web

Il feretro della regina Elisabetta a Edimburgo è arrivato nella cattedrale di St Giles, luogo della prima esposizione pubblica all'omaggio di popolo. Durante il corteo dietro la bara, disposta a vista sull'auto funebre al suono della cornamusa del Royal Regiment of Scotland, seguono a piedi re Carlo, primogenito ed erede della sovrana, e gli altri figli di Sua Maestà: la principessa reale Anna e i principi Andrea ed Edoardo. Attorno, un fiume di gente silenziosa e commossa, assiepata su entrambi i lati del Royal Mile e delle strade circostanti.

MIGLIAIA IN STRADA AD EDIMBURGO PER IL CORTEO FUNEBRE DELLA REGINA

Il reparto d'onore del reggimento reale scozzese scorta sui due lati il carro funebre segnando il passo con le armi in spalla e la tradizionale divisa con il kilt. Dietro procedono altri ufficiali e militari delle varie armi e anche alcune guardie reali con la giubba rossa e l'alto colbacco nero; non senza poliziotti a cavallo in testa e in coda al corteo. Re Carlo è in uniforme militare da parata, come la sorella Anna e il fratello Edoardo. Mentre Andrea è in abiti civili, pur con le sue decorazioni appuntate al petto, essendo stato sospeso dai titoli e dai ruoli ufficiali di rappresentanza della dinastia dopo il coinvolgimento nello scandalo Epstein. Nella cattedrale di St Giles sono in attesa le consorti e gli ospiti che assisteranno al rito di suffragio prima dell'inizio dell'esposizione del feretro. Fra gli altri la premier britannica, Liz Truss, giunta da Londra, e la first minister indipendentista del governo scozzese, Nicola Sturgeon.

CARLO III A WESTMINSTER

Intanto Re Carlo III ha fatto il suo ingresso accolto da uno squillo di trombe nel palazzo di Westminster, sede del Parlamento britannico, per la prima volta dalla proclamazione sul trono dopo la morte di sua madre, la regina Elisabetta. Il sovrano, accompagnato dalla regina consorte Camilla, è stato ricevuto solennemente da una vasta rappresentanza delle due Camere, riunite in una sala dell'ala dell'edificio occupata dalla Camera dei Lord. Tutti i presenti sono vestiti a lutto o con costumi tradizionali nel caso dei funzionari dello staff e di alcuni pari del Regno. Nelle prime file, fra gli altri, spiccano in nero gli ex primi ministri Theresa May e Boris Johnson, entrambi tuttora deputati. 

Re Carlo III ha rinnovato oggi solennemente il suo impegno di fedeltà al modello di «governo costituzionale» britannico nel palazzo di Westminster, sede del Parlamento, dopo aver seguito con un'espressione assorta i commossi messaggi di condoglianze rivoltigli dagli speaker (presidenti) delle due Camere per la morte della regina Elisabetta. Il sovrano, con la regina consorte Camilla al fianco, ha ricordato «la dedizione insuperabile» della sua «amata madre» al Paese e ai propri doveri, ripromettendosi di seguirne le orme. Poi, citando ancora una volta Shakespeare, l'ha definita «modello di vita di tutti i principi».

Regina Elisabetta, rispunta il presunto figlio segreto di Carlo e Camilla: «Addio nonna, in me sempre un pezzo di te»

Elisabetta, l'annuncio della morte e la scena choc alle spalle del conduttore: «Che schifo, mancanza di rispetto totale»

Regina Elisabetta, oggi il corteo funebre in Scozia

 

Dopo aver lasciato la residenza scozzese di Balmoral per l'ultimo viaggio verso la sepoltura finale a Londra prevista lunedì 19, il feretro della regina Elisabetta II è arrivato a Edimburgo, attraversando il Queensferry Bridge, ponte dedicato alla sovrana e da lei inaugurato nel 2017. Il cerimoniale prosegue, oggi pomeriggio con un primo omaggio pubblico al palazzo di Holyroodhouse. Da qui partirà una processione verso la cattedrale di St Giles. Qui le spoglie della sovrana, dopo un rito di suffragio, saranno esposte per la prima volta all'omaggio del pubblico per 24 ore, prima del trasferimento a Londra. Al corteo sono attesi anche il re Carlo con la consorte Camilla e la premier Liz Truss. 

 

 

L'incoronazione di re Carlo, tutti i dubbi

Il rituale funebre per la morte della regina Elisabetta terminerà lunedì 19 settembre con la sepoltura della sovrana insieme al marito, la sorella e i genitori nella Cappella di San Giorgio nel castello di Windsor. Ma per l'incoronazione di re Carlo III, la cui proclamazione è avvenuta nei giorni scorsi, bisognerà ancora attendere e risolvere alcuni nodi cruciali. Come scrive Il Messaggero, chi si occupò dell'incoronazione della regina Elisabetta, 70 anni fa e un anno dopo la morte del padre, oggi non c'è più. A fornirne memoria, il filmato trasmesso in diretta tv dalla BBC.

Il primo dubbio riguarda la regina consorte: quando fu incoronato Giorgio VI la cerimonia riguardò anche la moglie. Sarà così anche per Camilla? C'è poi la questione relativa al momento in cui l'Arcivescovo unge il capo del nuovo re, e qui sono almeno tre i nodi da sciogliere. La tradizione vuole che il monarca indossi un abito penitente, un saio bianco nel caso di Elisabetta. E l'unzione deve avvenire al riparo dagli sguardi dei presenti: un baldacchino coprì la regina 70 anni fa. Infine, la bottega che produceva l'olio ha chiuso nel 1963. Re Carlo III, sostenitore della trasparenza della monarchia, vorrà mantenere la tradizione del baldacchino? E quale abito indosserà?

Un'altra questione riguarda il trono ligneo di Edoardo I sul quale dovrà sedere il nuovo re. Questo conteneve la Pietra di Scone, reliquia sacra agli scozzesi poiché sopra di essa incoronavano i propri re. Questa è stata restituita alla Scozia nel 1996 con la clausola "quando non in uso per incoronazioni": vorranno ora - mentre si prepara un nuovo referendum separatista - restituirla per consentire la cerimonia?

Infine, c'è il tema corteo: quello di Elisabetta II era lungo 3,2 chilometri. Ma erano altri temmpi: con la crisi attuale, una guerra in corso, tutto fa presumere che la parola d'ordine debba essere sobrietà.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Settembre 2022, 09:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA