Regina Elisabetta, la dura lotta contro il covid: «Stanca e esausta»

La sovrana, 96 anni tra dieci gorni, confessa ai tabloid inglesi la "fatica persistente" causata dalla malattia

Regina Elisabetta, la dura lotta contro il covid: «Stanca e esausta»

La Regina Elisabetta, 96 anni il 21 aprileha parlato degli effetti del covid. Lo ha fatto durante una visita virtuale al Royal London Hospital, per l’inaugurazione di un nuovo reparto. 

Un anno dalla morte di Filippo: il dolore della Regina Elisabetta per il compagno di una vita

Un'infezione «orribile» che lascia chi ne viene colpito «molto stanco ed esausto». E' la terribile pandemia raccontata nelle parole della sovrana che in qualche modo - pur senza mai usare la prima persona - ha confessato l'esperienza fatta di recente in occasione del suo stesso contagio, superato il mese scorso.

Tutti i tablodi britannici ne danno conto in prima pagina, citando quanto dichiarato ieri dalla sovrana. Nell'incontro Elisabetta II ha lamentato anche le restrizioni imposte per mesi «da questa orribile pandemia», rispetto all'impossibilità prolungata d'incontrare familiari e persone care. Parole di elogio ha poi avuto Elisabetta per tutto il personale sanitario impegnato nella lotta al Covid. 

Infettata dal figlio Carlo, la regina - che proprio quest'anno celebra il Giubileo di Platino dei suoi 70 anni di regno - ha sperimentato per circa una settimana "sintomi leggeri simili a quelli di un raffreddore", secondo i comunicati ufficiali di corte resi noti allora. Sintomi che tuttavia l'hanno lasciata prostrata, osservano ora i media interpretando le sue affermazioni di ieri come la testimonianza di una vera "battaglia contro il Covid". E di una certa fatica persistente: confermata del resto dalla recente rinuncia a tutta una serie d'impegni esterni e dalla limitazione della sua agenda istituzionale a pochi appuntamenti (di persona o virtuali), quasi tutti dall'interno del castello di Windsor. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Aprile 2022, 16:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA