Re Carlo e il diamante maledetto, la preoccupazione per Camilla: cambieranno corona per evitare guai

La leggenda narra che il diamante da 105 carati incastonato nella corona destinata alle regine consorti porti con sé una maledizione e Carlo corre ai ripari

Video

Una leggenda potrebbe minare l'incoronazione ufficiale di Re Carlo III e la regina consorte, Camilla Parker Bowles. Un diamante maledetto, infatti, potrebbe rovinare la cerimonia che si svolgerà il 6 maggio 2023 presso l’Abbazia di Westminster.

Leggi anche > Re Carlo III, l'incoronazione romperà con la tradizione reale: ecco che cosa accadrà

Il diamante

Il gioiello inciminato è il celebre Koh-i-Noor, da ben 105 carati. Uno dei diamanti più grandi al mondo incastonato nella corona che dovrebbe indossare la regina consorte nel solenne momento che tutti stanno aspettando. Ma la storia del diamante preoccupa i futuri reali e non solo. Il gioiello infatti, come riporta il Daily Telegraph, ha un passato controverso ed è al centro di una disputa che coinvolge vari Paesi. Nel 1850 apparteneva al maragià erede al trono del Punjab, che aveva solo 11 anni. Si dice che il bambino fu forzato a «regalare» il gioiello agli inglesi dopo che questi avevano imprigionato sua madre, finendo nelle mani della regina Victoria. Prima indossato come spilla, poi come collana, fu poi incastonato sulla corona indossata dalle regine consorti Alexandra e Mary, nel 1902 e poi nel 1911. Ma per risalire all'ultima volta che fu visto indossato dobbiamo risalire al lontano 1937, sulla testa di Queen Elizabeth I, la regina madre.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily)

La leggenda

La scelta di indossare il Koh-i-Noor porterebbe la Gran Bretagna indietro nel tempo, riportando a galla i ricordi dolorosi del passato coloniale e scatenando una possibile disputa tra Paesi. Tra questi Afghanista, Pakistan e Bangladesh, oltra che all'India, tutti che ritengono che, il diamante rubato, appartenga a loro. Mostrarlo in mondovisione, all'evento più atteso del 2023, vorrebbe dire causare un incidente diplomatico con l'India, con la quale i rapporti sono già incrinati per questioni di immigrazione e commercio. Ma oltre a questo a spaventare i futuri reali è la leggenda che aleggia sul misterioso diamante. Del diamante pare esistano riferimenti storici risalenti addirittura al 3.200 avanti Cristo e si narra che agli uomini sia proibito indossarlo, pena una maledizione non ben precisata. 

Il cambio di corona

Ma niente paura. Re Carlo è ben consapevole di tutta la storia che si cela dietro il diamante e quindi ha già in mente un piano B. Un’opzione potrebbe essere quella di rimuovere il diamante dalla corona. Oppure scegliere un copricapo più semplice con il quale rendere ufficiale l'insedimanento di Camilla. Buckingham Palace, al momento, si rifiuta di discutere l’argomento e ha rimandato l'appuntamento con i dettagli della cerimonia ad altra data. Una vicenda che torna alla luce dopo quasi 100 anni e sulla quale il re e la regina dovranno porre la massima attenzione.

 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Ottobre 2022, 16:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA