Tutta la notte a giocare ai videogames, ragazzo di 17 anni morto d'infarto
di Alessia Strinati

Ragazzo di 17 anni morto di infarto: aveva passato la notte a giocare ai videogames

Ha trascorso tutta la notte sveglio a giocare ai videogame ed è morto. Un ragazzo di 17 anni è stato colpito da un infarto mentre era nella sua cameretta a casa a Udon Thani, nel nord della Thailandia, chiuso da ore a giocare ai videogiochi. L'adolescente aveva approfittato delle vacanze scolastiche per dedicarsi solo al gioco, ma quando i genitori sono andati in camera sua lo hanno trovato morto.

Leggi anche > Quindicenne milionario grazie a Fortnite: «Mia mamma diceva che perdevo tempo, avevo ragione io»

La madre e il padre da tempo cercavano di esortarlo a non giocare troppe ore, lui si limitava solo a diminuire il tempo che trascorreva al pc per poco poi riprendeva. Il giorno in cui è morto aveva trascorso l'intera nottata sveglio in camera, i genitori gli avevano portato la cena e gli avevano chiesto di smettere, ma lui ha insistito. Quando la mattina seguente sono entrati nella stanza lo hanno però trovato in terra.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, l'assenza di sonno avrebbe causato uno stress tale al suo giovane fisico da danneggiare il cuore che ha avuto un infarto. I genitori sono distrutti per l'accaduto, si rimproverano l'incapacità di aver saputo gestire la dipendenza del figlio dal gioco e hanno scelto di raccontare la loro storia perché non accada ad altri ragazzi e perché le mamma e i papà siano più vigili e rigidi di loro. 
Martedì 5 Novembre 2019, 16:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA