Per tutti gli anni della scuola parla a malapena, ragazzo autistico stupisce tutti con il discorso per la consegna dei diplomi

Per tutti gli anni della scuola parla a malapena, ragazzo autistico stupisce tutti con il discorso per la consegna dei diplomi

di Alessia Strinati

Toga, cappello e pronto per il discorso di fine anno. Le parole di Sef Scott, un ragazzo autistico che si è diplomato  alla Plano Senior High School, in Texas hanno toccato il cuore di tutti i presenti e non solo. «Fate cose inaspettate nella vostra vita», dice, proprio lui affetto da una forma di autismo non verbale, in uno dei giorni più importanti della sua vita.

Uccide il nipotino di 11 anni autistico schiacciandolo con il suo corpo: "Non la smetteva di fare i capricci"



Sef ha concluso il percorso alla scuola superiore e intraprenderà quello al college: «Inaspettato è la parola che dovete ricordare tutti come inaspettata, soprattutto per gli studenti dell'ultimo anno che mi conoscono bene, è la mia presenza su questo palco». La folla inizia ad applaudire e ad incoraggiarlo, così il ragazzo continua un discorso per sei minuti, qualcosa di veramente eccezionale per lui. 

«Per chi non mi conoscesse, mi chiamo Sef Scott e sono uno studente con difficoltà di apprendimento. Per essere più precisi, ho l'autismo e un disturbo della comunicazione sociale», poi prosegue, «Condividiamo tutti una cosa: ce l'abbiamo fatta. Come faccio a saperlo? Beh, è ​​abbastanza ovvio: siete tutti qui con me indossando questi berretti e questi abiti. Sì, ho l'autismo, ma sono anche intelligente... Inaspettato, giusto?». Nel suo discorso incita i compagni a darsi da fare e a credere nel futuro, li invita a ragionare sempre con la propria testa e poi conclude: «E' la tua vita che stai vivendo, non aspettare che qualcuno faccia ciò che ti soddisfa, fallo tu, fa l'inaspettato».

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Giugno 2018, 17:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA