Avvia una raccolta fondi per curarsi dal cancro, ma non è malata: condannata
di Alessia Strinati

Avvia una raccolta fondi per curarsi dal cancro, ma non è malata: condannata

Ha finto di avere il cancro per raccogliere soldi. Patricia Robertshaw, 42 anni, è stata condannata al carcere per truffa dopo aver finto di essere malata per poter raccogliere soldi in suo favore e per aver usato falsi certificati di laurea per avere un lavoro.

«Le calamite sul frigorifero fanno venire il cancro»: ecco cosa sostengono gli esperti
Sacerdote violenta una bimba di 7 anni in chiesa. La piccola vomita, lui la costringe a pulire




La donna lavorava manager per eventi presso la Yorkshire Cancer Research, a Harrowgate. Aveva mostrato una falsa documentazione e sulla base di quella era stata assunta. Dopo qualche anno ha continuato con le truffe e ha finto di avere un cancro per avviare una raccolta fondi in cui chiedeva aiuto per le sue cure. A scoprirla sono stati alcuni colleghi dell'ente per la cura del cancro che hanno scannerizzato i codici QR che aveva presentato sui certificati medici intuendo che non erano validi.

La donna è stata condannata a cinque anni e 4 mesi di carcere dovrà anche risarcire l'università in cui aveva dichiarato di essersi laureata per 500 sterline. Il legale ha affermato che la donna era affetta da disturbi psichiatrici, che l'hanno portata ad agire in questo modo, ma che ora è profondamente pentita. A nulla sono servite le attenuanti, come riporta anche la stampa locale, il giudice ha stabilito la condanna sulla base delle truffe aggravate. 
Ultimo aggiornamento: 19:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA