Quarantena per chi arriva in Gran Bretagna, Heathrow chiede lo stop: «Si rischia epidemia di disoccupazione»

Quarantena per chi arriva in Gran Bretagna, Heathrow chiede lo stop: «Si rischia epidemia di disoccupazione»

Heathrow chiede al Governo la fine della quarantena. I primi di giugno dovrebbero riprendere i voli, ma ogni persona che arriverà potrebbe dover passare i primi 14 giorni della sua permanenza nel Regno Unito in isolamento. Una decisione che scoraggerebbe il turismo e di conseguenza le prenotazioni dei voli.

Leggi anche > Regina Elisabetta, la sua salute è a rischio: mai più come prima

A tal riguardo John Holland-Kaye, amministratore delegato dell'aeroporto di Heathrow, ha dichiarato alla BBC: «Questa non può essere una soluzione per più di qualche settimana. Dobbiamo essere sicuri che un'epidemia di salute non diventa un'epidemia di disoccupazione». I leader del settore dei viaggi hanno deplorato  la politica di quarantena, descrivendola come eccessica, ma il Governo ha affermato che non farà marcia indietro. «Il parere scientifico mostra che quando la trasmissione interna è elevata, i casi dall'estero rappresentano una piccola quantità del totale complessivo e non fanno alcuna differenza significativa per l'epidemia» e ora che il contagio sta diminuendo le autorità vogliono mantenere il controllo con il flusso tra gli altri paesi. 

La richiesta di Heathrow coincide con l'introduzione delle termocamere all'aeroporto. I dispositivi valuteranno la temperatura dei passeggeri mentre attraversano il terminal dell'aeroporto.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Maggio 2020, 09:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA