La principessa Camilla di Borbone e il mistero del Gauguin da 50 milioni di sterline

La principessa Camilla di Borbone e il mistero del Gauguin da 50 milioni di sterline

Alla principessa Camilla Crociani di Borbone delle Due Sicilie potrebbe essere combinata una multa milionaria per oltraggio alla corte dopo aver rifiutato di rivelare il luogo in cui si trova un dipinto di Paul Gauguin valutato circa 50 milioni di sterline, la "Hina Maruru". Lo rivela il Telegraph

 

Leggi anche > Ailyn, la prima intelligenza artificiale che scrive il post perfetto

Nell’ultima udienza di un’aspra controversia decennale la principessa Camilla è apparsa dinnanzi alla corte reale sull'isola del Canale di Jersey, accusata appunto di aver nascosto la "Hina Maruru" di Paul Gauguin. La faida familiare, come fa sapere il “The Telegraph”, ha avuto inizio quando la star del cinema italiano Edoarda Crociani ha istituito nel 1987 un fondo fiduciario, dal nome Grand Trust, per le sue due figlie allora adolescenti, Cristiana e la principessa Camilla. Edoarda era la vedova di un ricco industriale italiano, Camillo Crociani, scomparso nel 1980 dopo aver accumulato una notevole ricchezza, inclusa una ricca collezione d’arte.

Quando però nel 2010 furono sottratti 100 milioni di sterline dal fondo e trasferiti a nome di Edoarda, la figlia Cristiana temeva che le fosse impedito di ereditare la ricchezza della famiglia e l’anno successivo ha avviato un procedimento legale. Nel 2017 la Corte reale ha ordinato a Edoarda e alla banca BNP Paribas Jersey Trust Corporation Limited (BNP), entrambi amministratori fiduciari, di ricostruire il fondo, che include l’olio su tela di Gauguin del 1893 assicurata per 49,9 milioni di sterline. Alla sorella di Cristiana, Camilla Crociani, il cui titolo divenne Principessa di Borbone delle Due Sicilie in seguito al suo matrimonio con il principe Carlo, duca di Castro, è stato ordinato  di rivelare i dettagli della ricchezza di sua madre a BNP. La principessa Camilla, ascoltata dalla corte, ha però rifiutato di rivelare l'ubicazione del dipinto e di altri oggetti di valore, ed ora potrebbe incappare in una multa milionaria.

 

L'avvocato William Redgrave, che agisce per conto di BNP, ha sottolineato che tra i beni non presenti c’erano anche i costosi gioielli di Edoarda e che Camilla aveva uno stile di vita facoltoso, dimostrato anche dalle foto scattate con il presidente Donald Trump nella sua casa in Florida. La principessa è apparsa anche nel documentario televisivo “Inside Monaco: Playground of the Rich”. Olaf Blakeley, avvocato di Camilla, ha invece evidenziato che i documenti richiesti alla sua cliente sono stati prodotti e che quindi è sbagliato accusarla d’oltraggio alla corte. La principessa Camilla ha sposato il principe Carlo, della Casa italiana dei Borboni delle due Sicilie, in una cerimonia nel 1998 descritta dal Times come il "matrimonio di sangue blu del decennio".

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Novembre 2020, 18:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA