Il principe Harry è una furia: «L'espressione 'Megxit' è misoginia»

Il principe Harry è una furia: «L'espressione 'Megxit' è misoginia»

Il figlio minore di lady Diana, durante un summit sulla tecnologia di Wired, si scaglia contro la stampa mondiale

Il principe Harry non ci sta. Secondo lui l'espressione usata dalla stampa mondiale per descrivere la decisione sua e di sua moglie Meghan Markle di lasciare la casa Reale sarebbe misoginia. L'espressione «Megxit» non è proprio andata giù al principe e, durante il summit sulla tecnologia «Internet lie machine» organizzato da Wired, ha spiegato che «il termine 'Megxit' è stato creato da un troll, poi ripreso dai corrispondenti reali e divenuto di uso comune».

 

Leggi anche > Londra, il Tamigi si riscopre uno... zoo: cavallucci marini, anguille, foche e squali

 

Il duca e la duchessa del Sussex si sono trasferiti in California lo scorso anno per condurre una vita più indipendente, anche a causa delle malignità - a loro giudizio dai toni razzisti - subite dalla donna per mano dei tabloid britannici.

 

Uno studio pubblicato nel mese di ottobre dalla società Bot Sentinel ha certificato che la duchessa di Sussex è stata oggetto di una campagna di odio online: sono stati identificati 83 account su Twitter, ritenuti responsabili del 70 per cento dei contenuti di disinformazione contro Meghan e Harry. «La parte più inquietante è che molti giornalisti interagivano con questi oggetti e amplificavano le loro bugie», ha commentato il figlio minore di Lady Diana.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Novembre 2021, 17:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA