Poliziotto uccide moglie e figli, e altre due persone, poi si suicida

L'uomo non soffriva di disturbi psichiatrici e non sono ancora note le motivazioni di un simile gesto

Poliziotto uccide moglie e figli, e altre due persone, poi si suicida

Un poliziotto ha ucciso la sua famiglia, insieme ad altre persone e poi si è tolto la vita. Fabiano Junior Garcia, 37enne di Toledo e Céu Azul, città nella regione occidentale del Paraná, in Brasile, ha ucciso otto persone, sei delle quali appartenenti alla sua famiglia. A confermare la notizia sono state la polizia civile e la polizia militare.Tra le vittime ci sono tre bambini e un adolescente.

La strage

L'uomo che ha lavorato nel 19° battaglione di polizia militare di Toledo per 12 anni, sarebbe uscito come sempre dal suo ufficio per andare a casa, una volta arrivato nel suo appartamento ha ucciso la moglie e uno dei figli, poi è andato nella vicina città di Ceu Azul dove ha ucciso altri due figli che vivevano con la nonna materna.

Successivamente è andato a casa di sua madre, che ha pugnalato a morte, e ha sparato al fratello. Dopo la strage familiare il 37enne è tornato a Toledo, dove ha ucciso altri due giovani  di 17 e 19 anni. Infine si è tolto la vita.

 

Le indagini

Secondo le prime indagini pare che l'uomo abbia scritto ai suoi familiari tra un delitto e l'altro. Non sono note le motivazioni di tale furia omicida. Secondo il corpo militare per cui lavorava non soffriva di disturbi psichiatrici e non aveva mai dato modo di pensare a un simile gesto.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Luglio 2022, 13:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA