Orrore in Afghanistan: poliziotta incinta di 8 mesi uccisa in casa di fronte ai parenti

Afghanistan: poliziotta incinta di 8 mesi uccisa in casa di fronte ai parenti

Orrore in Afghanistan. Una poliziotta incinta di 8 mesi è stata uccisa dai talebani. A Firozkoh, capitale della provincia centrale afghana di Ghor, Banu Negar è stata uccisa in casa sua di fronte a parenti e familiari, che hanno denunciato l'acccaduto alla Bbc.

 

 

La dinamica dell'omicidio è però difficile da ricostruire perché, sottolinea la Bbc, in città nessuno parla per timore di ritorsioni. I familiari della poliziotta, che lavorava nella prigione locale, hanno fornito alcune foto che mostrano schizzi di sangue sul muro e un cadavere con il volto pesantemente sfigurato.

 

L'escalation di violenza contro le donne è sempre maggiore. La notizia dell'uccisione della donna è solo una delle tante segnalazioni di violenza che si moltiplicano ora dopo ora. Sabato scorso, ad esempio, i talebani hanno represso una manifestazione a Kabul con gas lacrimogeni e spray al peperoncino, impedendo alle manifestanti di marciare fino al palazzo presidenziale. Molte sono, però, le testimonianza di donne colpite con i calci dei fucili con volti ricoperti di sangue.

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Settembre 2021, 00:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA