Mangia una pizza 'Bella Napoli' Buitoni e si ammala. Nestlè nega ogni correlazione e conferma: «Il prodotto è sicuro»

Mangia una pizza 'Bella Napoli' Buitoni e si ammala. Nestlè nega ogni correlazione e conferma: «Il prodotto è sicuro»

La pizza Bella Napoli della Buitoni scatena un piccolo caso in Francia: una madre di famiglia di 34 anni, residente a Perpignan, nel sud del Paese, si è ammalata dopo aver «consumato una pizza della gamma Bella Napoli», secondo quanto riferito dal suo legale, che ha sporto denuncia per «lesioni colpose» contro il fabbricante.

 

«Secondo quanto dichiarato da un portavoce del governo francese, non sono state rilevate criticità in merito a questo prodotto, che pertanto può essere consumato in sicurezza», ha reso noto la Nestlè. In Francia c'è da fine febbraio una recrudescenza di casi di SHU (Sindromi emolitiche e uremiche) legate a una contaminazione da E-Coli. Nestlé «ribadisce che la qualità e la sicurezza - conclude la nota - rimangono le sue principali priorità». 

 

«In ogni caso, - precisa l'azienda - prendiamo molto seriamente la questione e siamo in contatto con le autorità francesi. La correlazione con l'epidemia di sindrome emolitico-uremica (HUS) e le infezioni da Escherichia coli Producente la Tossina Shiga (STEC) in Francia riguarda esclusivamente la gamma di pizze Fraich'Up che sono prodotte in Francia e non sono commercializzate in Italia. Tutti gli altri prodotti a marchio Buitoni possono essere consumati in sicurezza». 


Ultimo aggiornamento: Sabato 7 Maggio 2022, 00:19