Ponte Inca sospeso a 30 metri di altezza ricostruito con lo spago tradizionale: era crollato a marzo a causa della pandemia

Ponte Inca sospeso a 30 metri di altezza ricostruito con lo spago tradizionale: era crollato a marzo a causa della pandemia

Nuova vita per il ponte sospeso Q’eswachaka, costruito dagli Inca 500 anni fa e crollato a marzo. Un gruppo di peruviani della comunità Huinchiri, nella regione di Cusco, lo sta ricostruendo adoperando lo spago e le tecniche di tessitura tradizionali. Il ponte attraversa il fiume Apurimac sottostante ed è un indispensabile collegamento per le comunità divise dall'acqua. 

 

Leggi anche > Meghan Markle si pente e cambia idea sull'omaggio a Lady Diana: la frecciatina di Kate Middleton su Lillibet

 

Il ponte è sospeso a 30 metri di altezza e, come riporta il Guardian, sarà ricostruito nel tradizionale stile Inca. In questi giorni squadre di operai si sono messi al lavoro da entrambe le valli per bilanciare le gigantesche funi che lo sorreggono. L’anno scorso a causa dell’epidemia, non è stato rinforzato… ecco perché il ponte è caduto all’inizio di quest’anno», ha affermato il governatore regionale di Cusco Jean-Paul Benavente.

 

Nel 2013, l’UNESCO ha riconosciuto il ponte patrimonio culturale immateriale dell’umanità e per i peruviani rappresenta un pezzo della loro identità. Con i suoi 500 anni di storia racconta molto della civiltà Inca. 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno 2021, 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA