Rubano il peluche con le ceneri della figlia morta: mamma disperata lancia appello su Facebook

Rubato il peluche con le ceneri della figlia morta: mamma disperata lancia appello su Facebook

  • 465
    share
Hanno rubato il peluche con le ceneri della figlia morta e adesso la mamma è disperata. La piccola La’Vea è morta a soli due mesi: colpita dalla sindrome della "morte in culla". La mamma, La’Quinta McKinney, 33 anni, ha voluto conservare le sue ceneri all'interno di un orsacchiotto con data di nascita e di morte della bambina. Da allora, la donna non si è mai più separata da quell'urna speciale. Ma durante il trasloco nella zona di Hollywood dove vive, qualcuno ha rubato l'orsacchiotto. Quando è tornata, molti dei suoi oggetti erano stati portati via dai ladri: tra cui il peluche con le ceneri della figlia. La’Quinta ha lanciato un appello sui social per ritrovarlo: "Vi prego, voglio solo indietro la mia bambina".



Ecco cosa ha scritto la mamma disperata su Facebook: "Proprio quando pensavo che nel 2018 non poteva capitarmi nulla di peggio di ciò che mi era già successo, è accaduta una cosa impensabile. Ho preso un giorno libero per occuparmi del trasloco dalla mia vecchia casa alla nuova. Ma quando ho messo tutto fuori dal mio appartamento, mi sono resa contro che il mio furgone da solo non sarebbe bastato a portare tutto. Allora sono andata da una ditta di trasporti per accordarmi per l'affitto di un camioncino. Quando sono tornata mi sono accorta che qualcuno aveva rovistato nelle cose che avevo messo fuori. I miei vestiti, alcuni mobili erano stati portati via. Ma quello che è più importante è che hanno rubato l'orsacchiotto con le ceneri della mia La’Vea. Non mi importa degli oggetti. Voglio solo indietro la mia bambina. Vi prego condividete questo messaggio e aiutatemi a ritrovarla", ha scritto la donna nel post su Facebook.



 
Sabato 20 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 21-10-2018 08:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME