Pedofilo stupra e uccide una bimba di 6 anni: accerchiato e bruciato vivo dalla folla
di Alessia Strinati

Pedofilo stupra e uccide una bimba di 6 anni: accerchiato e bruciato vivo dalla folla

Stupra e uccide una bambina di 6 anni ma viene linciato dalla folla. Alfredo Roblero è stato accerchiato dalla folla che ha scoperto che avave fatto del male a una bambina. Gli abitanti villaggio di Cacahoatan nello stato di Chiapas, in Messico si sono avvicinati a lui, lo hanno cosparso di benzina e gli hanno dato fuoco.

Leggi anche > Ostia, arrestato pedofilo ricercato in tutta Europa: ecco chi è

L'uomo era stato accusato di aver prima stuprato e poi ucciso la piccola Jarid, una bambina del villaggio, di soli 6 anni, che era scomparsa da qualche giorno. Il corpicino era stato trovato sul ciglio della strada con evidenti segni di violenza e tutti erano rimasti scioccati per quanto accaduto a una creatura innocente come lei. Secondo quanto riporta il Sun, quando gli abitanti del villaggio hanno saputo del colpevole hanno deciso tutti insieme di fargliela pagare. 

Il pedofilo è stato legato mani e piedi, cosparso di carburante e arso vivo. Tutto è stato filmato dai presenti e le immagini sono finite in rete. A scoprire cosa era successo è stato lo zio della bambina che ha confessato di aver provato a consegnare l'uomo alla polizia, ma la folla non glielo ha permesso preferendo una giustizia fai da te. Ora sulla sua morte è stata aperta un'indagine. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Gennaio 2020, 17:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA