«Troppo presto»: i medici la mandano a casa ma partorisce poche ore dopo. Neonata muore

La donna è stata mandata a casa nonostante le minacce di parto pretermine. Nel suo appartamento ha messo al mondo la sua bambina gravemente prematura che non è riuscita a sopravvivere.

«È troppo presto», i medici la mandano a casa ma partorisce poche ore dopo: bambina muore tra le braccia della madre

I medici le dicono che la figlia è morta, ma non è così. Purtroppo però la piccola muore poche ore dopo. La traumatica storia di Alisha Pegg è stata raccontata da lei stessa alla stampa britannica. La giovane donna ha messo al mondo sua figlia Grace a sole 22 settimane ma la piccola non è riuscita a sopravvivere.

Leggi anche > Archie Battersbee, eseguita l'autopsia sul corpo del 12enne: «Morto per gravi lesioni cerebrali»

Grace si era recata al William Harvey Hospital di Ashford, nel Kent, con forti contrazioni, ma i medici le avevano detto che era troppo presto e l'hanno mandata a casa dove ha messo al mondo la sua bambina. I dottori avevano riferito che il battito era presente anche se la piccola non si muoveva: «Nella mia testa pensavo che mia figlia stesse bene, visto il battito cardiaco. Ho spiegato ai medici che ero in fase di travaglio e ho sentito il bisogno di spingere, ma il dottore mi ha detto di andare a casa», ha raccontato la donna.

Nonostante questo è stata mandata a casa, dove ha partorito, così è tornata in ospedale con la bambina gravemente prematura dichiarata morta. In realtà però la piccola era ancora viva e i medici glielo hanno comunicato subito dopo. Le sue condizioni, tuttavia, erano molto gravi e dopo 4 ore Grace è morta tra le mani della sua mamma.

 

Oggi la famiglia però chiede che venga fatta un'inchiesta perché Alisha sostiene di essere stata trascurata dai dottori e che se avessero avuto maggiori attenzioni forse sua figlia sarebbe ancora viva. Rebecca Martin, chief medical officer presso l'East Kent Hospitals Trust, ha espresso le sue condoglianze e ha fatto sapere che dopo l'accaduto l'azienda ha cambiato il protocollo per evitare che simili tragedie possano ripetersi. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 14 Agosto 2022, 12:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA