Afghanistan e Siria, ma anche Libia e Russia: ecco gli altri paesi più pericolosi del mondo
di Domenico Zurlo

Afghanistan e Siria, ma anche Libia e Russia: ecco gli altri paesi più pericolosi del mondo

La Repubblica democratica del Congo, dove è morto ieri l'ambasciatore italiano Luca Attanasio, è una delle 10 nazioni più pericolose al mondo, secondo il rapporto Global Peace Index 2020 dell'Institute for Economics and Peace, pubblicato lo scorso giugno. Il rapporto, che misura il livello di pace e serenità nel mondo, classifica 163 Stati in rapporto a livello di sicurezza e protezione, conflitti nazionali e internazionali e grado di militarizzazione.
A guidare questa speciale classifica dell'orrore è l'Afghanistan, Paese più pericoloso al mondo per il secondo anno consecutivo. A seguire la Siria, teatro di una sanguinosa guerra civile che va avanti ormai da quasi dieci anni, e l'Iraq, dove nonostante la sconfitta militare dell'Isis continuano i conflitti e gli attentati terroristici. A seguire il Sud del Sudan, lo Yemen, la Somalia, la Libia, il già citato Congo (all'ottavo posto), la Repubblica Centrafricana e la Russia, unica nazione europea nelle prime dieci. Tra i Paesi virtuosi primeggia invece l'Islanda, seguita da Nuova Zelanda e Portogallo, mentre l'Italia è solo al 31° posto. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Febbraio 2021, 08:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA