Operaio licenziato, la vendetta: distrugge con l'escavatore gli edifici che lui stesso ha costruito

Danni ingentissimi: l'uomo, un 59enne, è ora nei guai con la giustizia

Operaio licenziato, la vendetta: distrugge con l'escavatore gli edifici che lui stesso ha costruito

La vendetta dell'operaio licenziato. Un uomo di 59 anni, che riteneva di aver perso ingiustamente il lavoro, ha utilizzato un escavatore per distruggere gli edifici che lui stesso aveva contribuito a costruire.

La vendetta dell'operaio licenziato: distrugge 50 furgoni con una ruspa

Operaio licenziato, la vendetta

Il singolare episodio è avvenuto una decina di giorni fa a Rosseau Marina, nei pressi del lago Muskoka, nella regione dell'Ontario, in Canada. In questa zona, sono state recentemente costruite delle case di lusso per turisti facoltosi e amanti della natura e delle barche. La furia dell'uomo, che sosteneva di essere stato licenziato senza una giusta causa, ha coinvolto più di un edificio, anche se solo uno è stato praticamente distrutto. La notizia è riportata anche dal Mirror.

L'operaio nei guai

Una vendetta del genere costerà molto cara all'uomo, che è stato denunciato per aver causato danni per un valore superiore ai 5000 dollari canadesi (meno di 4000 euro). In realtà, come spiega il National Post, i danni totali potrebbero ammontare all'equivalente di circa 10 milioni di euro. Geordie Newlands, titolare di un'altra azienda che opera nella zona, ha duramente condannato l'accaduto: «Purtroppo la pandemia ha imposto tagli alle nostre imprese e la reazione di questo operaio è qualcosa di sconvolgente. I danni sono sicuramente ingentissimi, l'unica buona notizia è che nessuno si sia fatto male».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 1 Agosto 2022, 18:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA