“Occhio di fuoco” nel mare per una fuga dal gasdotto

“Occhio di fuoco” nel mare per una fuga dal gasdotto

Una fuga di gas da un pipeline sottomarino ha provocato un 'occhio di fuocò nel golfo del Messico. L'incendio è avvenuto a 150 metri dalla piattaforma petrolifera di Ku-Maloob-Zaap, a largo della penisola dello Yucatan, ed è stato domato dopo cinque ore e mezza. La società petrolifera Pemex che gestisce la piattaforma ha assicurato che non vi sono stati feriti e le operazioni hanno ripreso normalmente.

 

 

Le immagini del cerchio di fiamme nel Golfo sono diventate presto virali su Twitter. Intanto il capo dell'agenzia messicana per l'ambiente (Asea), Angel Carrizales, ha detto che non vi sono state petrolio in mare. Pemex è una delle compagnie petrolifere più indebitate del mondo. Il suo ex boss Emilio Lozoya è stato incriminato per corruzione ed è estradato l'estate scorsa dalla Spagna al Messico. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 4 Luglio 2021, 09:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA