Germania, condanne ai no vax che paragonano i vaccini all'olocausto: multe da 1.800 euro

Una linea dura che vuole evitare che i movimenti no vax e l'estrema destra possano avere dei rapporti

Germania, condanne ai no vax che paragonano i vaccini all'olocausto: multe da 1.800 euro

Pugno duro contro i no vax che richiamano all'olocausto. La presa di posizione arriva dalla Germania, dove chi paragonerà le restrizioni anti Covid-19 alle leggi razziali naziste verrà multato. Un'ammenda di 1.800 euro, in realtà, è già stata commissionata da parte di un tribunale di Amburgo. Ed è stata subito seguita dallo stesso provvedimento da parte della Baviera.

Leggi anche > Covid, in Francia oggi 47mila nuovi contagi: «La situazione si sta aggravando». Omicron, 44 casi in Europa

Il Paese si sta schierando in modo netto contro i movimenti anti vaccino ed estremisti di destra. La Baviera ha annunciato proprio oggi di voler punire con un'ammenda coloro che esporranno la stella di David durante manifestazioni pubbliche di protesta contro vaccini e misure restrittive per contenere la pandemia. 

Una linea dura che vuole evitare che i movimenti no vax e l'estrema destra possano avere dei rapporti eccessivi. «La gente veniva uccisa nelle camere a gas, oggi le persone vengono gasate attraverso le mascherine» scriveva l'uomo condannato dal tribunale di Amburgo su Facebook. Il post gli è costato un'ammenda da 1.800 euro. Secondo il giudice, l'affermazione lasciata ai social banalizza le sofferenze causate agli ebrei dai nazisti. La stessa linea è diventata poi un modello per gli altri tribunali tedeschi coinvolti in simili situazioni: la Baviera ha annunciato la nuova linea contro l'abuso del simbolo della stella di David durante le manifestazioni no-vax.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Dicembre 2021, 22:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA