Nuova variante, le autorità del Sudafrica: «Vaccini ok contro le forme gravi». L'Oms sconsiglia restrizioni ai viaggi

Nuova variante, le autorità del Sudafrica: «Vaccini ok contro le forme gravi». L'Oms sconsiglia restrizioni ai viaggi

Nuova variante dal Sudafrica, i vaccini funzionano? Secondo le autorità sudafricane, sì. «Una parziale elusione della risposta immunitaria è probabile, ma è altrettanto probabile che i vaccini offriranno ancora alti livelli di protezione contro il ricovero e la morte», è uno dei passaggi salienti della pagina di domande e risposte sulla nuova variante B.1.1.529 approntata dal National Institute for Communicable Diseases (NICD) sudafricano, l'istituto pubblico di riferimento sulle malattie infettive. «Attualmente non sono stati riportati sintomi insoliti a seguito dell'infezione con la variante B.1.1.529 e, come con altre varianti - afferma l'Istituto - alcuni individui sono asintomatici».

 

Covid, la variante sudafricana è arrivata in Europa: primo caso in una donna in Belgio

 

Cosa dicono le autorità sudafricane

 

Il National Institute for Communicable Diseases sudafricano prova a mettere in ordine gli elementi finora noti sulla nuova variante. «Il 22 novembre 2021, abbiamo rilevato un gruppo di virus SARS-CoV-2 correlati in Sud Africa chiamato ceppo B.1.1.529. Tale ceppo B.1.1.529 è stato rilevato nel Gauteng con una frequenza relativamente elevata, con più del 70% di genomi sequenziati (71) da campioni raccolti tra il 14 e il 23 novembre 2021».

 

All'inizio della settimana le autorità sanitarie sudafricane e l'Organizzazione Mondiale della Sanità sono state messe a conoscenza della presenza della nuova variante. Questo nuovo ceppo possiede un numero elevato di mutazioni, alcune osservate in altre varianti, altre nuove. «Al momento, il lignaggio B.1.1.529 è relativamente distinto dalle varianti C.1.2, Beta e Delta e ha un diverso percorso evolutivo», si legge.

 

Come queste mutazioni possano ripercuotersi sulle caratteristiche del virus non è ancora chiaro. L'istituto sudafricano al momento non si sbilancia: «Siamo cauti riguardo alle implicazioni, mentre raccogliamo più dati per comprendere questo lignaggio», scrive. «Sulla base della nostra comprensione delle mutazioni in questo lignaggio, è probabile una fuga immunitaria parziale, ma è probabile che i vaccini offriranno ancora alti livelli di protezione contro il ricovero e la morte».

 

Ministro Gb: può eludere i vaccini

 

La nuova variante di coronavirus può eludere i vaccini e la sua diffusione è un fattore «molto preoccupante». Lo ha detto il ministro della Sanità britannico Sajid Javid riferendo alla Camera dei Comuni. «Devo sottolineare che questa è una situazione in rapido mutamento e permane un alto grado di incertezza», ha aggiunto. Per il ministro della Sanità già dalle prime indicazioni è emerso che gli attuali vaccini «potrebbero essere meno efficaci» contro la nuova variante di Covid.

 

Non si segnalano ancora contagi da questa mutazione nel Regno Unito, ma gli scienziati l'hanno inserita al massimo livello di priorità fra i tanti ceppi di coronavirus che vengono studiati e tenuti sotto stretto controllo dall'inizio della pandemia. La nuova variante condivide molte caratteristiche di quelle Alpha, Beta e Delta, e potrebbe essere «più trasmissibile». Inoltre la sua diffusione, sempre secondo Javid, iniziata in Sudafrica, ha visto nel Paese una «crescita esponenziale».

 

L'Oms sconsiglia restrizioni ai viaggi

 

L'Oms ha oggi messo in guardia dall'imporre restrizioni ai viaggi a causa della variante B.1.1.529 di Covid-19, affermando che ci vorranno settimane per comprenderne le implicazioni e i paesi dovrebbero adottare un approccio basato sul rischio e scientifico. «L'OMS sta monitorando da vicino la variante B.1.1.529», ha detto un portavoce. «Ci vorranno alcune settimane per capire quale impatto ha questa variante. I ricercatori stanno lavorando per capire di più sulle mutazioni e cosa significano potenzialmente per quanto sia trasmissibile o virulenta questa variante e come possono avere un impatto su diagnostica, terapie e vaccini».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Novembre 2021, 19:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA