Nonno getta il nipotino di 2 anni nel forno bollente: «Volevo salvarlo dal demonio»
di Alessia Strinati

Nonno getta il nipotino di 2 anni nel forno bollente: «Volevo salvarlo dal demonio»

Getta il nipotino nel forno perché crede sia posseduto dal demonio. Un nonno ha spiegato di aver visto il demonio dentro al nipote di appena 2 anni, così lo ha gettato nel forno bollente causandogli gravissime ustioni. Il piccolo, portato in ospedale, si è salvato ma è in coma e lotta per la vita dopo aver riportato lesioni sul 50% del corpo.

Va in ospedale per un mal di denti, ragazza viene stuprata e uccisa dal personale sanitario

I fatti sono accaduto in Russia. Ora i medici stanno facendo di tutto perché il piccolo possa salvarsi, il bambino è in terapia intensiva e secondo i dottori è troppo presto per fare previsioni. Il bimbo si trovava a casa dai nonni perché i sui genitori erano fuori per lavoro, pare però che la coppia si sia ubriacata e a quel punto il nonno ha iniziato a delirare a credere che il nipotino fosse indemoniato, così per "salvarlo" lo ha gettato nelle fiamme della stufa domestica.

Secondo quanto riporta Metro a lanciare l'allarme sarebbe stata la nonna insieme a una loro vicina di casa. La donna infatti si era allontanata pochi minuti per fare delle commissioni e al suo ritorno ha notato il piccolo tra le fiamme. Le due sono riuscite a mettere in salvo in bambino e adesso il nonno è accusato di tentato omicidio. 
Mercoledì 24 Aprile 2019, 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA