Nonna compra dolci per i nipoti nel panificio in cui lavora, ma dal conto mancano 20 centesimi e viene licenziata

Nonna compra dolci per i nipoti nel panificio in cui lavora, ma dal conto mancano 20 centesimi e viene licenziata

Nonna licenziata dal panificio in cui lavorava perché dimentica di rimettere in cassa 20 centesimi. La donna aveva preso dei dolcetti per i suoi nipoti, ma in tasca aveva solo una sterlina, così ha preso il cibo e poi è andata a un funerale dimenticandosi di mettere la parte mancante in cassa.

Leggi anche > Il dentista operava su un hoverboard e truffava le assicurazioni: condannato a 12 anni

Il proprietario però l'ha accusata di furto e l'ha licenziata. La nonna ha deciso di sporgere denuncia per l'accaduto, sostenendo di aver subito un'ingiustizia e il tribunale le ha dato ragione. La signora Hough dovrà avere un risarcimento di 3.000 sterline, come stabilito dal tribunale del lavoro durante l'udienza che si è tenuta a Manchester.

La donna lavorava come assistnte al Bake-Away da ben 20 anni e quel giorno sapeva di avere 20 centesimi di meno, ma era di fretta e ha preso lo stesso il cibo per i nipotini. Quando la proprietaria è tornata ha notato la cifra mancante e sebbene fosse irrisoria ha comunque deciso per il liecenziamento
Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Settembre 2020, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA