No-vax pentita si ammala di Covid e ammette: «Tornassi indietro farei il vaccino, è terribile»

No-vax pentita si ammala di Covid e ammette: «Tornassi indietro farei il vaccino, è terribile»

«Tornassi indietro farei il vaccino», così la "no-vaxEkaterina Wilson, una donna statunitense di 39 anni, commenta da un letto di ospedale la scelta fatta in passato. La donna si è pentita di non essersi sottoposta al vaccino perché ha contratto il Covid ed è stata molto male. Ha anche avviato una raccolta fondi per riscuotere aiuti dal web. 

 

Leggi anche > Vaccinati infettati dal Covid, il contagio è più difficile: «Virus si ferma nel naso per pochi giorni»

 

No-vax si ammala e si pente

Per mesi aveva rifiutato il vaccino contro il coronavirus convinta che non servisse a molto e che il virus non fosse niente di più di una banale influenza. Ha preso la malattia in una forma così aggressiva da richiedere le cure ospedaliere. La foto che accompagna la raccolta fondi su Go Fund Me la mostra in un letto e con i tubicini per respirare.

 

No-vax si ammala e si pente

 Sopravvissuta, subito dopo essere stata dimessa dal Wake Forest University Baptist Medical Center ha parlato con i giornalisti e ha ammesso i suoi sbagli: «Mi piacerebbe poter tornare indietro nel tempo e vaccinarmi; di certo mi sarei protetta e non sarei stata ricoverata». «Credevo che sarebbe stato semplice per me», ha aggiunto.

 

No-vax si ammala e si pente

Come molti no-vax era convinta, infatti, che essendo giovane e sana non avrebbe sofferto così tanto. Così non è stato. «Respirare era diventato dolorosissimo». «Da settimane tutti i pazienti che entrano in ospedale sono persone non vaccinate. Molti di loro, mentre respiravano solo con l'ausilio di una maschera d'ossigeno, ci hanno detto che se fossero potuti tornare indietro non avrebbero rifiutato il vaccino perché la loro sofferenza in quel momento era troppa», ha spiegato il medico che l'ha assistita. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 3 Agosto 2021, 17:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA