Prestito negato, si spoglia e resta in topless per sedurre il bancario

Prestito negato, si spoglia e resta in topless per sedurre il bancario

Era andata in banca per chiedere un prestito, ma se l'era visto negare e a nulla era servito implorare uno dei manager, con cui stava discutendo. Per questo motivo, una giovane e avvenente ragazza ha pensato bene di spogliarsi e di restare in topless, sperando di sedurre il suo dirimpettaio e ottenere il prestito.

Lele Mora rapinato di 40mila euro in contanti in un campo rom: doveva comprare una partita di champagne

È accaduto a Kazan, città della Russia. Come riporta il Daily Mail, la ragazza, di nome Yulia Kuzmina, aveva chiesto del denaro in banca per comprare un'auto nuova ma le garanzie presentate non erano state giudicate sufficienti per la concessione del prestito. A questo punto Yulia, che di professione fa la stripper in alcuni locali notturni, ha deciso di mettere in mostra tutte le sue dote, fisiche e... professionali.



L'impiegato di banca alle prese con la giovane, però, non si è scomposto di fronte alla ragazza che si stava togliendo prima il maglione, poi una maglia e infine il reggiseno. Senza esitare, l'uomo si è avvicinato alla ragazza, coprendola con il cappotto e invitandola ad uscire dalla banca. Il filmato, ripreso dalle telecamere di sicurezza della banca, è diventato poi virale sui social russi e di tutto il mondo. «Ho davvero bisogno di soldi, leggo tante critiche ma voi cosa fareste al mio posto? Non lo sapete neanche voi», ha commentato la ragazza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA