Neonata trovata sepolta viva: salvata per miracolo, ora sta lottando tra la vita e la morte

Una bambina neonata è stata trovata seppellita viva in India, precisamente nella città di Bareilly, in Uttar Pradesh: una storia terribile che risale a qualche giorno fa. A ritrovarla, all'alba, è stato un commerciante, Hitesh Kumar Sirohi, che era andato a tumulare una sua figlia che era nata morta: ora la neonata sta lottando per la vita, con i medici che hanno detto ai giornalisti che la bimba è «in condizioni critiche» e che non potrà essere dichiarata fuori pericolo prima di una settimana.

Leggi anche > Andrei morto a 27 anni: aveva un tumore al cervello, ma per i medici era malato di mente

La piccola era nata probabilmente prematura e pesa poco più di un chilogrammo: ora è ricoverata in un ospedale governativo. Quando è stata ritrovata, era in un vaso di terracotta ricoperto di terra, a circa 90 cm di profondità. La polizia ha aperto un'inchiesta contro ignoti per tentato infanticidio, ma gli ufficiali del commissariato locale si dichiarano poco ottimisti sulla possibilità di rintracciare i genitori. Sirohi e la moglie Vaishali, un'ispettrice di polizia, si sono dichiarati disponibili ad adottare la piccola seppellita viva. 

Il sospetto è che si tratti di un caso legato al sesso della piccola: l'uccisione delle bambine neonate, proibita dalla legge, è ancora pratica diffusa nell'India rurale. 
L'agghiacciante ritrovamento riporta dunque d'attualità la persistente pratica indiana dell'eliminazione delle figlie femmine: secondo gli attivisti dei diritti dell'infanzia, ogni anno in India milioni di bambine vengono uccise o lasciate morire, a poche ore dalla nascita: per evitare il feticidio, la legge ha proibito ai medici di rivelare ai genitori in attesa il sesso dei bambini che stanno per nascere. 
Giovedì 17 Ottobre 2019, 16:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA