Neonato muore nel sonno tra le braccia del papà: aveva solo 6 giorni. Mistero sulle cause
di Domenico Zurlo

Neonato muore nel sonno tra le braccia del papà: aveva solo 6 giorni. Mistero sulle cause

Una tragedia incredibile, uno choc assurdo per due giovani genitori: un bambino appena nato, di soli sei giorni di vita, è morto nel sonno tra le braccia di suo padre, dopo che quest’ultimo e la mamma si erano addormentati. Ne parlano oggi i media inglesi, in particolare il Daily Mirror: Kevin Stanley si era addormentato al fianco della compagna Amy Willis, con il piccolo Joey tra le sue braccia.

Reddito di cittadinanza, migliaia di richieste via Facebook. E l'Inps sbotta

Intorno all’una di notte si è svegliato, e ha scoperto, tenendo il bimbo in grembo, che non stava più respirando: i soccorsi hanno tentato in tutti i modi di rianimarlo, ma non c’è stato niente da fare e il bimbo è stato dichiarato morto. Il dramma è avvenuto il 16 maggio dell’anno scorso a Moretonhampstead, nel Devon, ma i giornali ne hanno parlato solo oggi: nonostante un lungo esame post mortem, la causa della morte del piccolo Joey non è ancora chiara.

Alla base del decesso potrebbe esserci la scarsa sicurezza nel consentire ad un bimbo di dormire insieme ai genitori, quando invece, come rilevano diversi esperti e medici, non dovrebbe accadere. Mamma Amy (che ora è di nuovo incinta) ha detto alla polizia di non aver mai ricevuto informazioni simili dagli operatori sanitari: «C’è una lista di cose che avrei dovuto sapere sul come dormire la notte insieme a mio figlio», ha detto durante le indagini, che hanno accertato che entrambi i genitori, la sera della tragedia, non avevano assunto farmaci né alcol.
Giovedì 18 Aprile 2019, 13:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA