Muore a 17 anni per un tumore: «I medici dicevano che era solo artrite»
di Alessia Strinati

Scozia, muore a 17 anni per un tumore: «I medici dicevano che era solo artrite»

Per i medici era solo artrite, in realtà Alix aveva un tumore. La giovane 17enne di Glasgow in Scozia, è morta a causa di un aggressivo tumore al midollo spinale, la cui diagnosi è arrivata in modo decisamente tardivo. Probabilmente se i medici avessero capito subito cosa aveva l'adolescente sarebbe stata ancora in vita.

Maicol Lentini, morto a 15 anni dopo una lunga malattia: era una promessa dell'Inter
Il dentista dimentica di sterilizzare gli strumenti, oltre 500 pazienti a rischio contagio per epatite e HIV




La diagnosi corretta è arrivata solo 5 mesi fa. Immediatamente la famiglia, avvertita della gravità delle condizioni di Alix, ha avviato una raccolta fondi online per poter sperimentare la cura con le staminali, unica salvezza per la 17enne, ma purtroppo ogni tentativo è stato vano. La ragazza è morta prima ancora di poter iniziare le cure, come riporta anche il Sun, e ora i soldi raccolti saranno usati per il suo funerale e i rimanenti andranno in beneficenza.

Il calvario di Alix è iniziato quando la 17enne ha iniziato ad avere forti dolori alle dita, sentiva le mani intorpidite, ma per i medici si trattava solo di artrite. Visitata più volte, le uniche terapie che ha ricevuto sono state a base di antidolorifici. Dopo diversi mesi la famiglia si è rivolta a uno specialista, Alix è stata operata, ma la prima biopsia non mostrò nulla fino a quando non ha perso anche l'uso delle gambe, solo allora i test hanno mostrato cosa aveva realmente.

Ci sono voluti 5 mesi per avere una diagnosi corretta, 5 mesi in cui forse si sarebbe potuto fare qualcosa di determinante per la vita della ragazza. Oggi la famiglia non riesce a smettere di disperarsi e cerca una spiegazione a tante diagnosi errate ricevute da diversi medici.
Lunedì 20 Maggio 2019, 17:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA