Multa di 150 euro a chi accende l'aria condizionata e lascia le porte aperte: «Consumate meno energia possibile»

Razionamenti previsti per la stagione invernale

Multa di 150 euro a chi accende l'aria condizionata e lascia le porte aperte: «Consumate meno energia possibile»

La Francia ha detto basta. Da lunedì a Parigi, e non solo, enterà in vigore una nuova legge: è multa salata per tutti i negozi che tengono l'aria condizionata accessa tutto il giorno lasciando la porta di entrata e uscita costantemente aperta. I trasgressori dovranno pagare la sanzione massima di 150 euro.

Caro bollette, la classifica degli elettrodomestici che consumano più energia. Sorpesa condizionatori

Caldo record in Italia: «Nel 2022 previsto eccesso di mortalità come nel 2003». E domani bollino rosso in 16 città

Meteo, dai primi di agosto inaspettata crisi dell'estate: ecco cosa succederà prima di Ferragosto

Temperature bollenti

Una rischiesta complicata date le temperature bollenti di questa stagione estiva, ma a quanto pare inderogabile. La legge, adottata con ordinanza comunale, obbliga gli esercenti a consumare meno energia possibilecon l'obiettivo di farne uso solo in casi di necessità. Scelta dovuta in vista dei possibili razionamenti del prossimo inverno dovuti al conflitto Russia-Ucraina.

La Commissione Europea ha pubblicato infatti un piano per affrontare l'inverno in vista di taglio delle forniture di gas naturale russo. Proprio per questo motivo, la stessa legge verrà applicata anche nei mesi invernali: non si deve lasciare la porta aperta del proprio esercizio commerciale se si ha il riscaldamento acceso. 

Diversamente accade per i ristoranti o i bar che dispongono di tavolini esterni regolarmente autorizzati dalla legge. Per loro l'ordinanza è off limits

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Luglio 2022, 18:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA