Morto Jason Kelk, con il Covid da più di un anno era il paziente con l'infezione più lunga: «Non guariva e ha smesso di curarsi»
di Silvia Natella

Morto Jason Kelk, con il Covid da più di un anno era il paziente con l'infezione più lunga: «Non guariva e ha smesso di curarsi»

Ha smesso di curarsi Jason Kelk, finito alle cronache per la più lunga infezione da Covid nel Regno Unito e non solo. L'uomo aveva contratto il coronavirus più di un anno fa e si è spento a 49 anni. Da quando è stato ricoverato non si è più ripreso e la moglie avrebbe riferito ai media inglesi che non voleva più vivere in questo stato. Da qui la decisione di interrompere le cure che lo mantenevano in vita, sebbene non gli permettessero di guarire definitivamente. 

 

Leggi anche > Astrazeneca, chi rifiuta il mix potrà ricevere la seconda dose. Ma è raccomandato J&J: la circolare


Jason Kelk è stato ricoverato per oltre 12 mesi nel reparto di terapia intensiva del St James' Hospital di Leeds, ma era rimasto contagiato a marzo 2020. «È con il cuore molto pesante che devo condividere la triste notizia che Jason è morto pacificamente a St Gemma's alle 12:40», ha scritto la moglie Sue Kelk sulla propria pagina Facebook. «Era la mia anima gemella. Eravamo facce opposte della stessa medaglia, diverse ma unite insieme», ha aggiunto per la stampa.

 

 

Era riuscito a liberarsi per un po' del ventilatore riaccendendo le speranze dei familiari, ma all'inizio di maggio c'è stato un nuovo peggioramento delle sue condizioni. Questa situazione lo ha fatto precipitare nello sconforto al punto che non avrebbe più voluto lottare contro questa bestia. Secondo la stampa inglese è stato il paziente con la più lunga infezione Covid-19 in assoluto, almeno tra quelli monitorati nel Regno Unito.

 

Tra i sintomi più gravi c'era il vomito tutti i giorni e un'infezione al torace che ha reso necessario il ricovero. Aveva delle patologie croniche come il diabete di tipo II e l'asma. Prima che l'incubo iniziasse era un insegnante di informatica della scuola primaria. Il "Long Covid" colpisce circa il dieci per cento delle persone che contraggono il coronavirus.


Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Giugno 2021, 18:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA