Morto lo chef Albert Roux, leggenda della gastronomia mondiale: aprì lo storico "Le Gavroche" a Londra

Morto lo chef Albert Roux, leggenda della gastronomia mondiale: aprì lo storico "Le Gavroche" a Londra

È morto Albert Roux a 85 anni, chef francese considerato una vera e propria leggenda della gastronomia mondiale. Roux si è spento dopo una lunga malattia. Con il fratello Michel, scomparso lo scorso 12 marzo all'età di 78 anni per una fibrosi polmonare, aprì il primo ristorante, Le Gavroche, a Londra, diventando il primo con tre stelle Michelin. Durante la serata di inaugurazione del ristorante, vi parteciparono anche diverse celebrità come Charlie Chaplin e Ava Gardner e diventò il ristorante preferito della regina consorte Elizabeth Bowes-Lyon.

 

Iniziò la sua formazione professionale in cucina già dall'età di 14 anni. Continuò il proprio apprendistato a Cliveden, poi presso l'ambasciata francese a Londra. Si arruolò poi nell'esercito in Algeria, dove cucinò nella mensa degli ufficiali. Una volta terminato il servizio militare, lavorò come sous-chef per l'ambasciata britannica a Parigi, per poi tornare nel Regno Unito, dove divenne lo chef privato del viceammiraglio Peter Cazalet per otto anni.

 

Dopo aver fondato Le Gavroche nel 1967, nel 1972 i Roux aprirono il loro secondo ristorante, The Waterside Inn, a Bray, il primo a detenere tre stelle Michelin nell'arco di 28 anni. Nel 1974 ricevettero la loro prima stella Michelin. Il ristorante Le Gavroche si trasferì poi a Mayfair nel 1982 e quattro anni dopo i due fratelli si contesero i ristoranti: Albert si prese Le Gavroche e Michel il Waterside Inn. Nel 2002 fu insignito dell'Ordine dell'Impero Britannico.

 

 

L'ANNUNCIO SUL SITO DE LE GAVROCHE 

La famiglia Roux ha annunciato la triste scomparsa di Albert Roux, malato da tempo, all'età di 85 anni il 4 gennaio 2021. Albert è accreditato, insieme al suo defunto fratello Michel Roux, di aver avviato la rivoluzione culinaria di Londra con l'apertura di Le Gavroche nel 1967. Suo figlio, Michel Roux Jr, afferma che l'amore per la vita e la passione di Albert per rendere felici le persone attraverso il suo cibo ci mancheranno moltissimo: "È stato un mentore per così tante persone nel settore dell'ospitalità e una vera ispirazione per gli chef in erba, incluso me." La famiglia Roux ha chiesto che la loro privacy in questo momento sia rispettata.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Gennaio 2021, 16:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA