Miss Inghilterra 2019 abbandona la corona e torna a fare il medico: «Devo aiutare il mio Paese»

Ha deposto momentaneamente la corona per il coronavirus, Bhasha Mukherjee, miss Inghilterra 2019. Lo ha fatto per tornare a fare il medico e aiutare a fronteggiare l'emergenza. Dopo essere stata costretta a cancellare gli impegni legati al titolo è tornata in Patria per esercitare la professione di medico, che aveva intrapreso dopo la laurea in medicina e prima di calcare i palchi dei concorsi di bellezza.

Leggi anche > Coronavirus, infermiera di 21 anni fa testamento: «Se dovessi morire, il mio fidanzato sa dove trovarlo»

La 24enne ha deciso di essere a fianco dei colleghi del Pilgrim Hospital di Boston (Inghilterra orientale), impegnati in turni massacranti per salvare i pazienti colpiti da Covid-19. Proprio le loro testimonianze l'hanno spinta a rivestire i panni di 'junior doctor' ed abbandonare i lustrini del tour internazionale di ambasciatrice d'associazioni no profit avviato nei mesi scorsi: con il rientro in servizio già autorizzato dai vertici sanitari del Regno.


Ora l'attendono il camice, la mascherina e tutte le altre protezioni contro il virus. Una decisione, come lei stessa ha raccontato, avvenuta in modo spontaneo, dettata dalla chiamata della sua «vera vocazione, di medico». «Dovevo tornare a casa assolutamente. Volevo arrivare e rimettermi subito al lavoro», ha detto Bhasha, cittadina britannica d'origini indiane. E ha aggiunto: «Non c'è tempo migliore per essere Miss Inghilterra e aiutare il tuo Paese che questo momento di grande bisogno».



Tra lockdown e divieti, non è stato facile rimpatriare. La reginetta di bellezza si trovava nella nativa India ed è riuscita a prendere solo in extremis un volo per raggiungere Londra, dopo uno scalo a Francoforte. Adesso dovrà trascorrere il periodo di quarantena precauzionale (due settimane) previsto dalle autorità britanniche per chiunque arrivi dall'estero prima di andare in prima linea. Basha si è del resto specializzata in malattie respiratorie, perfetta quindi per inserirsi nella battaglia anti-Covid, ma si dice pronta a essere impiegata ovunque ci sia bisogno di lei.


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Aprile 2020, 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA