Miguel Bosè ha perso la madre per Covid e adesso guida la protesta contro l'obbligo delle mascherine: «Io sono la resistenza»
di Ida Di Grazia

Miguel Bosè ha perso la madre per Covid e adesso guida la protesta contro l'obbligo delle mascherine: «Io sono la resistenza»

Miguel Bosè guida la protesta di Madrid contro l'obbligo delle mascherine: «Io sono la resistenza». 
Sono migliaia le persone che domenica sono scese in piazza a Madrid per protestare contro l'uso obbligatorio delle mascherine e le altre restrizioni imposte dal governo spagnolo per contenere la pandemia di coronavirus.

leggi anche > Gaia Bianchi nella bufera: «Con discoteche chiuse non vado più a scuola». La risposta di Tommaso Zorzi è epica​

La manifestazione che sembra essere di stampo negazionista e che si è tenuta domenica a Madrid ha tra i suoi promotori Miguel Bosè. Il cantante ha postato un video sui suoi canali social in cui ha datto appuntamento per una manifestazione pacifica di un'ora a Plaza de Colón concludendo con: «Io sono la resistenza», conro l'uso delle mascherine e di tutte le restrizioni anti Covid adottate in questi giorni dal governo spagnolo. I partecipanti al sit-in hanno firmato un manifesto "contro la falsa pandemia", nel quale viene anche negata la possibilità di trasmissione del virus da parte degli asintomatici. Una posizione, quella del cantante, sorprendente e a tratti incomprensibile visto che il 23 marzo la madre, l'attrice Lucia Bosè, è morta all'età di 89 anni proprio a causa di una polmonite aggravata proprio dal coronavirus.
 


Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Agosto 2020, 13:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA