Meghan Markle e gli eventi reali, l'indiscrezione choc: «Non posso credere di non essere stata pagata»

I membri dello staff reale raccontano il disappunto della Duchessa nello stringere mani e sorridere a degli sconosciuti durante gli eventi ufficiali

Video

Prima che voltassero definitivamente le spalle alla monarchia rinunciando al loro ruolo di reali senior, i tuor ufficiali di Meghan Markle e del Principe Harry erano un vero successo: grandi sorrisi, strette di mano e gli immancabili commenti agli outfit scelti dalla Duchessa. Ma dietro le quinte, una fonte vicina ai Royals ha rivelato che: «Sebbene le piacesse l'attenzione, Meghan non è riuscita a capire il senso di tutte quelle passerelle e dello stringere la mano a innumerevoli sconosciuti».

Re Carlo III, la lite con Harry su Meghan: la morte di Elisabetta ha peggiorato la frattura. Cos'è accaduto

Harry, l'ultima telefonata con la Regina Elisabetta che ha cambiato tutto (in peggio)

La testimonianza dello staff reale

 

In un estratto del nuovo libro "Courtiers: The Hidden Power Behind the Crown" di Valentine Low, pubblicato da The Times, diversi membri dello staff hanno raccontato che Meghan ha detto "in almeno un'occasione": «Non posso credere di non essere pagata per questo». Una fonte ha raccontato a Mr Low il retroscena del viaggio in Australia della coppia, il primo ufficiale, in cui Meghan ha mostrato un approccio fresco e informale. Ma dietro le quinte, a quanto pare, era tutta un'altra storia.

 

Il viaggio in Australia

 

La fonte ha aggiunto che l'ex segretario alle comunicazioni della coppia Jason Knauf ha descritto il tour come "molto impegnativo" e "peggiorato dal comportamento della duchessa". Le affermazioni arrivano pochi giorni dopo che Harry e Meghan sono tornati nella loro casa negli Stati Uniti dopo il funerale della Regina a Londra. Da quando se ne sono andati, la coppia si è tenuta a distanza dalla famiglia reale mentre crescono le notizie di spaccature con i reali anziani. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Settembre 2022, 10:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA