Il medico amputa la gamba sbagliata, ma se ne accorge dopo due giorni. Per lui solo una multa

Il chirurgo è stato costretto a un risarcimento di 2700 euro di cui però il paziente non potrà beneficiare a causa del decesso avvenuto prima dell'udienza

Il medico amputa la gamba sbagliata, ma se ne accorge dopo due giorni. Per lui solo una multa

Sbaglia ad amputare la gamba del paziente ma se ne accorge solo due giorni dopo. Un medico austriaco di 43 anni ha commesso un drammatico errore confondendo gli arti del suo paziente e amputando quello sano. Il dottore, poco prima dell'operazione, ha confuso i documenti senza che nessuno se ne accorgesse e le conseguenze sono state disastrose.

Leggi anche > Margaux Pinot, la star di judo picchiata dal suo allenatore: prosciolto per poche prove:«Mancava poco alla morte»

Il paziente, affetto da una grave patologia, si era rivolto a una clinica medica di Freistadt, in Alta Austria. I medici gli avevano detto che la gamba sinistra purtroppo non era più salvabile ed era necessaria l'amputazione. L'intervento sembrava essere ben riuscito ma due giorni dopo il chirurgo ha scoperto di aver amputato l'arto sbagliato. Il paziente si è quindi dovuto sottoporre a un secondo intervento, perdendo di fatto tutti e due gli arti.

Il tribunale ha così deciso che il medico dovesse pagare una multa di 2700 euro per lesioni personali a causa di grave negligenza. Sentenza che ha visto la vittoria del paziente, un uomo di 82 anni che però è morto prima dell'udienza proprio a causa dei gravi problemi di salute da cui era affetto. Per la vedova il tribunale ha stabilito un risarcimento di 5 mila euro ma anche lei non ne potrà beneficiare perché deceduta. Il medico ha lasciato la clinica in cui è avvenuto l'errore, ha ammesso di aver sbagliato negando però le accuse di negligenza. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Dicembre 2021, 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA