Coronavirus, la strana punizione a chi non indossa la mascherina: la bara invece della multa

video
di Silvia Natella
Sorpresi a non indossare la mascherina ai tempi del coronavirus? Ecco la punizione ideale per la comunità di Giacarta: sdraiarsi nelle bare invece di pagare una semplice multa per vedere che effetto fa e aumentare la consapevolezza sui rischi legati al Covid-19. Tra le alternative previste per i 'negazionisti' in Indonesia ci sono anche i servizi sociali. Impossibile, dunque, manifestare in un corteo 'no mask' senza conseguenze.

Leggi anche > No Mask, negazionisti in corteo senza mascherina a Roma: «Libertà»

La punizione che sta suscitando curiosità in tutto il globo, tuttavia, resta quella che prevede una sosta di almeno cinque minuti in una bara.  Alla polizia, infatti, era stato ordinato di reagire così in presenza di persone che si rifiutavano di indossare la mascherina per proteggere se stessi e gli altri. Come riporta il Mirror, a coloro che sono stati catturati a Pasar Rebo, a est di Giacarta, è stato detto di "contemplare" il potenziale rischio per la salute derivante dal loro errore sdraiandosi nella bara per diversi minuti mercoledì e giovedì.


Santoso, il vice capo del sottodistretto Pasar Rebo, ha affermato che gli autori del reato avevano scelto volontariamente di giacere nella bara piuttosto che pagare la multa o ottenere il servizio comunitario. «Se sceglievano il lavoro sociale, dovevano pulire le strutture pubbliche per almeno un'ora. Quando ho chiesto perché non avevano pagato la multa, mi hanno risposto che non avevano i soldi», ha dichiarato Santoso.

La punizione è apparsa sin da subito controversa ed è stata revocata venerdì. Il capo dell'agenzia per l'ordine pubblico di East Jakarta, Budhy Novial, ha dichiarato di aver rimproverato gli ufficiali e di aver detto loro di punire le persone che non indossano maschere secondo le normative vigenti: «Secondo il regolamento governatoriale n. 79/2020, le sanzioni per i residenti che non indossano maschere in pubblico sono multe e servizio alla comunità. Ho rimproverato gli agenti che hanno imposto la sanzione per la falsa bara e li ho esortati a punire i trasgressori secondo le normative vigenti».
Ultimo aggiornamento: Sabato 5 Settembre 2020, 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA