Mark Cuban, la generazione Z passerà alla storia come la generazione «più grande». Boomers deludenti

Il miliardario: «I boomer sono stati i più deludenti di sempre»

Mark Cuban, la generazione Z passerà alla storia come la generazione «più grande». Boomers deludenti

Mark Cuban nutre grande fiducia nella Gen Z, che secondo il miliardario in futuro sarà considerata la «più grande generazione» per la capacità di prendere in considerazione ogni fattore, incluso l'impatto sulla loro salute mentale, al momento di prendere decisioni.

Boom di dimissioni, in sei mesi lasciano 1.080.000 lavoratori: +31%

 

<h2>Mark Cuban: Gen Z la generazione «più grande»</h2>

«Penso che sia bellissimo ed è molto analogo a quando stavo iniziando io e la tecnologia o Internet erano semplicemente agli inizi», ha raccontato nel podcast «Re:Thinking with Adam Grant». Il proprietario dei Dallas Mavericks ha espresso la propria opinione favorevole sui cosiddetti «zoomer» sostenendo che, come i suoi figli, quelli nati tra il 1995 e il 2010 apprezzano il mantenimento di un «equilibrio di salute mentale». «Penso che le organizzazioni dovranno capirlo sempre di più mano a mano che andiamo avanti. Non solo per il modo in cui tratti i tuoi dipendenti, ma anche per ciò che i tuoi clienti si aspettano».

A differenza dei boomer, che a suo parere «passeranno alla storia come la generazione più deludente di sempre, dal sesso, alla droga e al rock and roll a quello che abbiamo oggi», gli zoomer apprezzano i beni digitali più di qualsiasi altra generazione e al contempo hanno inaugurato un nuovo modo di lavorare, il cosiddetto «quiet quitting» ossia il mettere la minima quantità di sforzo in un lavoro per mantenere un sano equilibrio tra carriera e vita privata. Quello che per i millennial significava «avere dei confini».


Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Settembre 2022, 10:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA