Il marine abbraccia il neonato lanciato dalla mamma oltre il filo spinato dell'aeroporto, la tenera immagine fa il giro del mondo

Video

Cullato tra le braccia di un soldato. Un neonato di Kabul è stato immortalato insieme a un marine che ha aiutato una delle tante mamme afgane a far mettere in salvo i loro figli. In questi giorni, con l'avvento del regime Talebano, molte donne hanno scelto di far passare oltre la recinzione di filo spinato dell'aeroporto di Kabul i loro bambini.

 

Leggi anche > Afghanistan, aereo con 195 persone a Fiumicino. Il pilota: «La disperazione negli occhi di donne e bambini»

 

Tante mamme hanno scelto di allontanarsi dai loro figli, a volte piccolissimi, per garantire loro un futuro migliore e metterli in salvo dalla guerra. Un gesto di disperazione che è stato mostrato anche sui social e che è destinato a rimanere tra le immagini più cruente della storia. Ad accogliere questi bambini sono stati i soldati. L'immagine, catturata dal sergente Isaiah Campbell e pubblicata su Instagram, è accompagnata dalle seguenti parole: «Un marine assegnato alla 24ma Unità Meu calma un neonato durante un'evacuazione all'aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul».

 

Nella foto si vede un marine che cinge tra le braccia un neonato mentre gli sorride, tutto all'interno di un campo di guerra, mentre a pochi passi dall'accampamento torna il regime di terrore e dittatura. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Agosto 2021, 16:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA