Suora italiana morta in Mozambico, Maria De Coppi uccisa durante un attentato dei ribelli jihadisti

Suora Maria era originaria di Vittorio Veneto. Salvi i due sacerdoti che erano con lei e adesso in fuga verso Nacala

Suora italiana morta in Mozambico, Maria De Coppi uccisa durante un attentato dei ribelli jihadisti

di Redazione web

Una suora italiana in missione umanitaria in Mozambico è morta durante un attentato avvenuto a Chipene, una città nel nord del Paese. Si chiamava Maria De Coppi, aveva 83 anni e lavorava in Mozambico dal 1963. A dare la notizia su Facebook il Centro Missionario Concordia-Pordenone, che da questa mattina stava aspettando notizie sulle condizioni delle persone rimaste coinvolte. Salvi invece don Lorenzo Barro e don Loris Vignadel.

Morta Toffee, la super fan di Vasco investita sulle strisce mentre passeggiava col cane: aveva 57 anni

Elvira, uccisa da una moto che stava impennando: l'incidente in un video choc, scaraventata per 20 metri

Morta suora italiana a Chipene

«Don Lorenzo e don Loris sono vivi! Ringraziamo Dio! - si legge nel post -. I ribelli hanno assaltato la missione, dando fuoco a tutte le opere parrocchiali. Suor Maria, missionaria comboniana originaria di Vittorio Veneto è stata uccisa durante l’agguato. Tutti i sopravvissuti sono adesso in fuga verso Nacala». L'attacco è avvenuto nella notte, ed sarebbe opera dei ribelli jihadisti. La missione ospitava anche un'altra suora comboniana, suor Eleonora Reboldi, lombarda, che risulta essere viva in buona salute. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Settembre 2022, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA