Mangiata viva dai pidocchi, 12enne muore d'infarto a causa della grave anemia causata dai morsi degli animali
di Alessia Strinati

Mangiata viva dai pidocchi, 12enne muore d'infarto a causa della grave anemia causata dai morsi degli animali

È morta d'infarto dopo essere stata letteralmente aggredita dai pidocchi. La piccola Kaitlyn Yozviak, 12 anni, di Macon in Georgia aveva una vera infestazione di pidocchi che l'ha resa anemica a causa dei morsi degli animali. Il suo stato di salute compromesso e debilitato le ha poi causato un attacco cardiaco senza che la famiglia facesse nulla.

Leggi anche > Peste bubbonica in Cina, l'allarme delle autorità: «Contagiato un bambino di tre anni»

I suoi genitori Mary Katherine Horton, 37 anni, e Joey Yozviak, 38 anni, sono stati accusati di omicidio di secondo grado e crudeltà su minori per aver lasciato che l'infestazione continuasse a prolificare senza rendersi conto del grave disagio e malessere che aveva la figlia. La bambina era costretta a vivere in una stanza infestata dai pidocchi, gli animali sono stati trovati sul materasso e sui mobili, non faceva la doccia per settimane.

Le cartelle cliniche mostrano che Kaitlyn è morta per arresto cardiaco con una causa secondaria: una grave anemia. Secondo i medici, come riporta il Sun, alla luce della grave infestazione riscontrata, potrebbe essere stata causata dai ripetuti morsi degli animali, da piccole e continue fuoriuscite di sangue.

La casa di famiglia è stata trovata in pessime condizioni igieniche, per cui gli altri fratelli della 12enne sono stati allontanati e dati in affido ai servizi sociali. La nonna della piccola aveva già allertato le autorità e denunciato il fatto che proprio i servizi sociali non si occupassero abbastanza dei ragazzi. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre 2020, 19:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA