Mamma uccisa dall'ex davanti alla figlia di 10 anni: lui non accettava la separazione
di Alessia Strinati

Mamma uccisa dall'ex davanti alla figlia di 10 anni: lui non accettava la separazione

«Non voglio morire». Sono state queste le parole che Emine Bulut ha gridato davanti a sua figlia di soli 10 anni mentre il marito la picchiava a morte. La 38enne è stata pugnalata in un caffè il 18 agosto dal suo ex marito, Fedai Veran, nella città di Kirikkale, in Anatolia. La donna aveva divorziato dal compagno, ma lui non accettava la separazione così ha deciso di ucciderla.

Strage al concerto rap allo stadio: morti 5 ragazzi travolti dalla folla, almeno 20 feriti 



Il delitto è stato ripreso dalle telecamere presenti nel locale e diffuso attraverso i media generando orrore e indignazione in tutta la Turchia. La coppia si era incontrata nel bar insieme alla bimba perché la donna si era accordata con l'ex per fargli vedere la piccola. Lui però ha iniziato ad insultarla a pretendere la custodia della bambina e dopo poco la discussione è degenerata in una lite e poi nell'omicidio.

L'uomo ha dichiarato alla polizia che portava sempre con sé un coltello, per poter proteggere sua figlia. Secondo la stampa locale, la bimba avrebbe assistito inerme alla morte della madre e più volte avrebbe provato a scuoterla pregandola di non morire. L'uomo ora è stato arrestato, ma la morte di Emine è diventato un vero e proprio caso in Turchia, nella speranza che le autorità possano prendere provvedimenti importanti perché i casi di violenza sulle donne, sempre troppo frequenti, possano interrompersi. 
Sabato 24 Agosto 2019, 18:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA