Mamma uccide la figlia di 3 settimane sgozzandola: «Il marito dava più attenzioni a lei»
di Alessia Strinati

Mamma uccide la figlia di 3 settimane sgozzandola: «Il marito dava più attenzioni a lei»

Era gelosa di suo marito, così uccide la figlia di appena 3 settimane. Una mamma di 21 anni è stata arrestata a  Rivne, città dell'Ucraina occidentale, dopo aver brutalmente ucciso sua figlia tagliandole la gola, colta da un raptus di gelosia. La donna temeva che la piccola potesse distogliere le attenzioni del marito da lei, così se ne è sbarazzata.

Bimba di 11 mesi cade nella pentola dell'acqua bollente mentre fa il bagnetto, gravissima in ospedale



Secondo quanto riporta il Daily Mail, la donna ha approfittato di un momento di solitudine. Il marito era sceso per buttare la spazzatura, così lei ha afferrato un coltello, è andata nella cameretta dove dormiva la figlia e l'ha sgozzata. Quando il 26enne è tornato in casa ha trovato la bimba in una pozza di sangue e ha subito chiamato i soccorsi. Purtroppo per la neonata non c'è stato più nulla da fare e la mamma è stata subito arrestata.

La donna non ha opposto resistenza e ha ammesso il delitto, confessando però che non aveva idea di cosa potesse averla spinta a un simile gesto. A dare la spiegazione all'accaduto è stata sua suocera, la donna della bimba, che ha raccontato di come la nuora fosse gelosa della piccola e di quanto temesse che il marito potesse arrivare ad amare la bimba più di quanto non amasse lei. Pare che la donna soffrisse di disturbi psichici, lo scorso novembre aveva sofferto di meningoencefalite, un'infiammazione del cervello, che secondo i medici potrebbe aver influito sulla sua salute mentale. Ora verrà condotta una perizia per accertare la correlazione tra la malattia e il dramma, se non dovesse esserci sarà accusata di omicidio premeditato di minore. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA