Mamma inietta il suo sangue al figlio di 5 anni e lo avvelena: «L'ho fatto perché lo curassero meglio»
di Alessia Strinati

Mamma inietta il suo sangue al figlio di 5 anni e lo avvelena: «L'ho fatto perché lo curassero meglio»

Crede che i medici non lo curino bene, così inietta il suo sangue al figlio. Elizabeth Malone, 29 anni, ha ammesso di aver avvelenato il figlio di 5 anni, invalido e ricoverato in ospedale, dopo averle iniettato il suo sangue. La donna voleva che lo staff medico prestasse più attenzione al figlio, così ha deciso di farlo peggiorare per avere più controlli.


Meningite fulminante, morto bambino di 16 mesi: era vaccinato
Sacerdote violenta una bimba di 7 anni in chiesa. La piccola vomita, lui la costringe a pulire

Ad incastrarla però sono state le telecamere di sicurezza dell'ospedale in Virginia dove si trovava il figlio che l'hanno immortalata mentre somministra il suo stesso sangue al bambino. Il piccolo era stato portato lo scorso aprile all’Inova Fairfax Hospital, dopo che sua madre ha riferito che stava sanguinando dalla bocca e dalla cannula tracheostomica. Quello è stato il settimo ricovero per emorragia in pochi mesi, così i medici hanno deciso di controllare cosa potesse accadere al bambino h24 con l'ausilio di telecamere.

«Le calamite sul frigorifero fanno venire il cancro»: ecco cosa sostengono gli esperti

La mamma è stata arrestata, inizialmente ha negato tutto, poi ha confessato ammettendo di non aver avuto intenzione di fargli del male, ma il suo unico scopo era che i medici dessero la giusta attenzione a suo figlio, e per farlo doveva far in modo che avesse dei problemi che attirassero su di lui l'attenzione del personale ospedaliero. Secondo i medici avrebbe anche potuto morire, se la donna avesse continuato, ma lei dal canto suo, come riporta il Daily Mail, spiega che lo ha fatto solo per poter far curare al meglio il figlio. 
Venerdì 15 Marzo 2019, 14:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA