Mamma di 30 anni morta in casa per un embolo: i suoi bambini hanno provato a svegliarla, ma è stato inutile
di Alessia Strinati

Mamma di 30 anni morta in casa per un embolo: i suoi bambini hanno provato a svegliarla, ma è stato inutile

Hanno provato a svegliare la loro mamma ma la donna non si è mai alzata. Danielle Talbot, 30enne di Bloxwich, a Walsall, nel Regno Unito, è morta in casa sua dopo aver avuto un malore e ad accorgersi di quanto era accaduto sono stati i suoi bambini Oliver e Jack Talbot che hanno provato a svegliarla invano.

Leggi anche > Treviso, manda il figlio a scuola e ha un improvviso malore: Irene muore a 46 anni



I genitori della donna sono arrivati in casa dopo che Danielle ha scritto loro un messaggio dicendo che non si sentiva bene e chiedendogli di passare a casa per controllare i ragazzi. Quando, dopo 20 minuti, i nonni sono arrivati a casa i bambini gli hanno detto che la mamma non si svegliava. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi ma per Danielle non c'è stato niente da fare. Ora i medici sottoporranno la donna ad un'autopsia per capire cosa possa essere successo, ma il sospetto è che abbia avuto un embolia cerebrale.

La donna avrebbe lamentato mal di testa da qualche giorno, ma non si sa ancora se il suo malessere sia legato alla morte. La famiglia è sconvolta per l'accaduto, Danielle era una donna molto amata e legata ai suoi bambini. All'età di 20 anni le era stato detto che non avrebbe potuto avere figli, così quando ha scoperto di essere incinta prima nel 2015 e poi nel 2018 per lei è stata la gioia più grande. 
 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Gennaio 2020, 16:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA