La madre denuncia il rapimento del figlio di due anni, ma la polizia la incastra: «Lo ha ucciso lei»

La donna aveva spiegato che il piccolo era stato rapito, ma il racconto confuso e le immagini delle telecamere di sorveglianza hanno fatto venire a galla la terribile verità

La madre denuncia il rapimento del figlio di due anni, ma la polizia la incastra: «Lo ha ucciso lei»

La mamma denuncia la scomparsa del figlio di 2 anni ma la polizia scopre che lo ha ucciso. L'allarme per il piccolo Ezekiel Harry era scattato martedì quando sua madre, la 28enne Maya Jones, insieme al fidanzato Jermaine Robinson, 37 anni, ne aveva denunciato la scomparsa dalla loro casa a Huma, nello Stato della Louisiana, in Usa.

Immediatamente la polizia si è messa sulle tracce del piccolo, cercando di seguire le indicazioni fornite dalla madre. La donna aveva spiegato agli agenti che il bambino era stato rapito mentre passeggiavano in strada da alcuni sconosciuti. Per giorni non si è saputo nulla del piccolo, fino a quando gli agenti non hanno trovato il corpicino in un cassonetto dei rifiuti, come riporta anche la stampa locale.

 

Le accuse sono subito cadute sulla madre, secondo la polizia, infatti, sarebbe stata proprio la donna, con la complicità del suo convivente, ad aver ucciso il figlio, simulandone poi il rapimento per depistare le indagini. A destare i sospetti è stato il racconto stesso della donna, apparso da subito confuso e impreciso. Le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza hanno fatto il resto: analizzando i filmati gli inquirenti hanno scoperto che sia Jones che Robinson erano stai ripresi mentre camminavano nei pressi della zona dove è stato rinvenuto il cadavere, mentre portavano un borsone che probabilmente nascondeva il cadavere del bimbo. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Luglio 2022, 14:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA