Lisa Montgomery uccisa con un'iniezione letale negli Usa: è la prima donna dal 1953

Lisa Montgomery uccisa con un'iniezione letale negli Usa: è la prima donna dal 1953

«Ha qualcosa da dichiarare?. «No», è stata la risposta di Lisa Montgomery prima di sdraiarsi sul lettino dell'iniezione letale. Nella notte tra martedì e ieri è stata eseguita nel carcere di Terre Haute, in Indiana, negli Usa, la prima esecuzione federale di una donna dal 1953, quasi 70 anni fa. I movimento mondiale contro la pena di morte aveva esultato martedì per la sospensione in extremis per consentire una perizia psichiatrica, ma nella notte il boia ha agito.

 

 

La donna, 52 anni, era stata riconosciuta colpevole di un delitto efferato: l'uccisione nel 2004 in Missouri di una ragazza incinta, la 23enne Bobbie Jo Stinnett, alla quale ha estratto con un coltello il feto, portato via come se fosse suo figlio, lasciandola morire dissanguata. Oggetto di abusi in famiglia da bambina, Montgomery era ritenuta gravemente malata di mente.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Gennaio 2021, 07:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA