Uomo di 54 anni muore per «eccesso di liquirizia». I medici: ne mangiava una confezione e mezzo al giorno

Liquirizia, uomo di 54 anni morto: ne mangiava una confezione e mezzo al giorno

Una storia incredibile che arriva dagli Usa. «Ucciso» dalla passione per la liquirizia: negli Stati Uniti un uomo di 54 anni senza alcun precedente sintomo, è morto improvvisamente in un fast food per arresto cardiaco. Riportato sul New England Journal of Medicine, il caso è stato ascritto all'esagerato consumo di liquirizia: i medici dicono che l'uomo ne mangiava una confezione e mezzo al giorno.

Coronavirus, il covid è mutato: ora resiste alle mascherine. Il nuovo studio


Youtuber mangia insetti velenosi nella sfida social, ma muore in diretta

Il caso è stato riportato dai clinici del Brigham and Women's Hospital, Massachusetts General Hospital, Harvard Medical School a Boston: i medici sono d'accordo nel dire che l'uomo è stato ucciso da «un eccesso di acido glicirrizico o glicirrizzinico», il principio base della radice della liquirizia, che può dare pressione alta, deficit grave di potassio, aritmie fatali, blocchi renali e altri disturbi, tutti documentati nel 54enne al momento della sua morte.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Settembre 2020, 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA