Stavano giocando ai Pokemon e non sono intervenuti in une rapina: licenziati due poliziotti

Stavano giocando ai Pokemon e non sono intervenuti in une rapina: licenziati due poliziotti

Un sistema video presente nell'auto della coppia ha registrato tutto

Licenziati per ignorato una chiamata di lavoro, perchè intenti a giocare a Pokémon Go. Ha dell'incredibile la storia avvenuta a Los Angeles che riguarda due agenti di polizia che non hanno risposto alle chiamate radio per sventare una rapina. Il motivo? Erano impegnati a giocare al cellulare. Ora, Louis Lozano ed Eric Mitchell dovranno rispondere all'accusa di non essere intervenuti in una rapina a Macy's, nel sud-ovest di Los Angeles.

 

Leggi anche - Primo trapianto con il cuore di un maiale geneticamente modificato: «Senza sarebbe morto»

 

Dalle prime indagini, si rivela che i due agenti avrebbero sentito la chiamata ma hanno scelto di ignorarla per inseguire uno Snorlax vicino, ossia un personaggio del cartoom Pokémon.

Un sistema video presente nell'auto della coppia, ha rivelato che Mitchell è riuscito a catturare lo Snorlax prima che la coppia si recasse in un luogo in cui il personaggio di Togetic era stato avvistato. All'arrivo, sia Lozano che Mitchell sono riusciti a catturare il Togetic. 

L'incidente è avvenuto nell'aprile 2017, ma la sentenza è stata data venerdì da una corte d'appello: di seguito, sono stati licenziati Lozano e Mitchell. E, dopo aver presentato ricorso, il tribunale ha confermato il loro licenziamento.

La Corte ha riferito: «Dopo che Mitchell apparentemente ha catturato lo Snorlax – esclamando: 'Prendili' – i firmatari hanno accettato di '[andare] a prendere il Togetic' e se ne sono andati. Quando la loro auto si è fermata di nuovo, il [sistema video digitale in-car] ha registrato Mitchell dicendo: 'Non scappare. Non scappare", mentre Lozano ha esclamato: «L'ho preso».

Gli ufficiali hanno sostenuto che la registrazione non avrebbe dovuto essere utilizzata nel loro procedimento disciplinare e hanno affermato che gli era stata negata la protezione della legge sui diritti procedurali degli ufficiali di pubblica sicurezza. La corte non era d'accordo.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Gennaio 2022, 22:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA