Le caramelle Skittles sotto accusa, è battaglia in tribunale: «Non adatte al consumo umano»

Sotto accusa un composto chimico sospettato di essere cancerogeno. L'Ue l'ha messo al bando (a scopo precauzionale), altri Paesi (come Usa, Gb e Australia) no

Le caramelle Skittles sotto accusa, è battaglia in tribunale: «Non adatte al consumo umano»

Le Skittles, le famose caramelle alla frutta racchiuse in un guscio duro simile a quello dei confetti, finiscono in tribunale. E l'accusa è una di quelle capaci di togliere il sonno ai consumatori.

Dieta dell’anguria, «fa ingrassare, non è acqua»: il video della nutrizionista su TikTok scatena le polemiche

 

Skittles, la denuncia: «Non adatte al consumo umano»

Negli Stati Uniti, infatti, uno studio legale ha denunciato Mars, la multinazionale proprietaria del brand, sostenendo che le Skittles non siano «adatte al consumo umano». Tutto è partito da una class action promossa in California e che accusa la ditta produttrice delle Skittles di utilizzare, come colorante, un composto chimico, il biossido di titanio (TiO2). E, soprattutto, di non informare adeguatamente i consumatori sui rischi per la salute. «Mars approfitta del formato ridotto della lista degli ingredienti sui pacchetti delle caramelle, ma anche dello scarso contrasto tra il colore del packaging e quello con cui vengono elencati gli ingredienti», fa sapere lo studio legale Jenile Thames. A darne notizia è Metro.co.uk.

Skittles, il nodo del biossido di titanio

Il biossido di titanio è un composto chimico usato come additivo alimentare e colorante. Viene utilizzato, in dosi e forme diverse, per dolci, torte, candele, dentifrici e perfino vernici. Nell'Unione europea, dallo scorso marzo, è stato messo al bando (anche se la misura entrerà in vigore solo tra un mese) perché sospettato di essere cancerogeno. Nel Regno Unito e negli Stati Uniti, invece, questa sostanza non è ancora stata resa illegale.

Già nel 2016, Mars aveva annunciato di voler ridurre gradualmente, fino ad eliminare del tutto, ogni tipo di coloranti artificiali, compreso il biossido di titanio. Lo studio legale che vuole portare la multinazionale in tribunale ricorda che dopo sei anni quell'annuncio è caduto nel vuoto e le promesse ai consumatori sono state tradite, ma dall'azienda fanno sapere che le quantità utilizzate sono minime e che comunque, negli Stati Uniti, il biossido di titanio è ancora legale. Lo riporta anche il Washington Post.

Skittles, i rischi per la salute

Solo le autorità sanitarie dell'Unione europea, finora, hanno messo al bando il biossido di titanio. Questo composto chimico viene rapidamente espulso dall'organismo, ma una piccola quantità viene comunque assorbita e, con un consumo prolungato, rischia di accumularsi. La messa al bando nell'Ue è stata quindi decisa a scopo precauzionale. Anche in Australia, le autorità sanitarie e di controllo degli alimenti stanno analizzando la stessa situazione.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Luglio 2022, 19:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA