Nel testamento lascia l'eredità al cane: «I miei figli mi hanno deluso, lui mai»

Nel testamento lascia l'eredità al cane: «I miei figli mi hanno deluso, lui mai»

Ha deciso di scrivere il proprio testamento e lasciare i propri beni in eredità alla seconda moglie e al cane, ma non ai figli. Sta facendo il giro del mondo la storia di un agricoltore cinquantenne, residente in India.

 

Leggi anche > Covid, guarisce a 116 anni: la suora francese Lucile Randon è la persona più anziana d'Europa

 

Il testamento e l'eredità al cane

Il protagonista dell'insolita vicenda è Om Narayan Verma, un agricoltore che vive nel distretto di Chhindwara, nello stato indiano del Madhya Pradesh. L'uomo, che possiede oltre otto ettari di terreno, ha deciso di scrivere il proprio testamento, includendo nell'eredità la sua seconda moglie, Champa, ed il suo cane, Jacky. La donna ed il cane riceveranno metà terreno ciascuno, come spiegato dal diretto interessato all'agenzia di stampa Ani News: «Loro sono coloro che si sono presi di cura di me e mi hanno sempre supportato. Chiunque si prenderà cura di Jacky, alla sua morte, potrà ereditare quella parte di terra». La decisione sarebbe giunta dopo una furente lite tra il 50enne agricoltore e i figli.

 

L'eredità al cane: «Lui non mi ha mai deluso»

Nessuno dei figli dell'uomo è stato infatti menzionato nell'eredità. Om Narayan Verma ha avuto tre figlie e un figlio dalla prima moglie e due figlie dalla seconda, ma nessuno di loro riceverà un singolo appezzamento di terreno: «Mi hanno deluso, non si sono mai presi cura realmente di me. Se proprio vogliono una parte della mia eredità, dovranno prendersi cura di Jacky».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Febbraio 2021, 18:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA